GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA – TOP VOLLEY LATINA 2-3
GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Marrazzo 2, Farina ne, Kedzierski 3, Caneschi 6, Fey 8, Bonami (lib.), Joao Rafael 20, Nielsen ne, Esposito, Bermudez, Mauti (lib.), Petkovic 31, Rawiak ne, Di Martino 4. All. Barbiero
TOP VOLLEY LATINA: Gavenda 1, Parodi 13, Gitto 3, Sottile 3, Ngapeth 9, Barone 9, Santucci (lib.), Caccioppola (lib.), Rossi 13, T. Stern 14, Pei Hung Huang, Palacios 11, Z. Stern ne. All. Tubertini
Arbitri: Saltalippi (Perugia) e Zavaterr (Roma)
Parziali: 25-21 (26’), 25-19 (24’), 22-25 (31’), 23-25 (29’), 15-17 (22)
Note: Sora: ricezione 60% ( 37%), attacco 46%, aces 7 (err. batt. 21), muri pt 7; Latina: ricezione 43% (25%), attacco 47%, aces 3 (err. batt. 23), muri pt 12;
Spettatori: 929
Mvp: Simone Parodi (Top Volley Latina)
E’ stata una battaglia durata oltre due ore. Latina va sotto di due set ma poi si ritrova, pareggia i conti e vince il sesto derby consecutivo contro Sora, al termine di un match giocato alla grande da entrambe le squadre con la Top Volley Latina che ha dimostrato più concretezza a muro in un match equilibrato anche nei numeri. In classifica Latina ora è decima e Sora undicesima ma hanno entrambe 25 punti quando mancano due match al termine della stagione. “Nei primi due set è stata una partita difficile perché non siamo stati determinati, abbiamo commesso molti errori in battuta e non riuscivamo a dare ritmo alla partita – analizza il coach Lorenzo Tubertini a fine match – poi dal terzo siamo stati un po’ più sciolti, siamo stati agganciati alla partita, abbiamo lavorato meglio nel muro difesa perché volevamo vincere e abbiamo raccolto i frutti: la partita per noi è cominciata lì e ora è giusto gioire il più possibile perché questa è una bella vittoria di squadra a cui tutto il gruppo ha partecipato ci prepariamo ad affrontare con il giusto spirito la prossima partita in casa, davanti al nostro pubblico. Ci eravamo chiesti di non smettere di combattere ed è giusto che questo spirito ci accompagni fino alla fine”. Soddisfatto il presidente Gianrio Falivene, in compagnia del sindaco di Cisterna di Latina Mauro Carturan che ha seguito di persona la squadra. “E’ stata una partita con poca tensione, perché entrambe le squadre hanno conquistato la salvezza con largo anticipo ehanno giocato una grande partita questo perché alla fine alla fine le chiacchiere non contano ma conta il campo”. Entrambe le squadre sono scese in campo con la salvezza già matematicamente acquisita ma questo non ha tolto divertimento al sesto derby della storia nella massima serie tra la formazione sorana e quella pontina: all’andata Latina s’era imposta per 3-1 nel match giocato nel palazzetto dello sport di Cisterna di Latina.