Il 12 febbraio, i militari della locale stazione carabinieri davano esecuzione ad un’ordinanza emessa nei confronti di un 50enne del luogo con la quale il gip presso il tribunale di Cassino, condividendo le attività investigative della stazione carabinieri di Minturno a seguito delle quali seguiva, nel dicembre 2018, il deferimento dello stesso per i reati di “atti persecutori e minaccia aggravata” nei confronti della ex moglie, disponeva nei confronti dell’uomo il divieto di avvicinamento ad una distanza inferiore ai 1000 metri ai luoghi frequentati dall’ ex coniuge.