È calato il sipario sulla rassegna itinerante di matinée di teatro pedagogico sociale per gli studenti delle scuole targata GKO Company. Un impegno che si traduce in numeri: 4 giorni, 5 spettacoli, 700 studenti. A dare il via alla settimana è stato lo spettacolo “Renata – una storia di violenza sulle donne” al Teatro Opera Prima di Latina, poi lo spettacolo “Sentire” sulla comunicazione di massa al Teatro Fellini di Pontinia, infine il debutto dello spettacolo dedicato ai più piccoli, “Emozioni”, al Costa di Sezze: «Gli spettacoli si sono conclusi con apprezzamento da parte del pubblico, e questo è rilevante perché significa che rispondono all’esigenza di far riflettere e far ragionare su temi importanti, ma tramite un linguaggio alternativo ed attraente per i giovani che è quello dell’arte», ha affermato, con soddisfazione, il direttore artistico Vincenzo Persi. Il lavoro di matinée di GKO Company nelle scuole è uno dei tanti progetti in linea con le finalità dell’associazione che si inserisce a integrare la didattica tradizionale: il tema dello spettacolo è il centro di un percorso formativo più strutturato. Il tema della violenza di genere è stato preceduto da una conferenza informativa a cura delle operatrici del Centro Donna Lilith di Latina; quello sulla comunicazione di massa dal giornalista ed esperto di comunicazione Simone Di Giulio; quello sulle emozioni da un intervento dello stesso Persi. Tutti i lavori saranno succeduti da un momento denominato “Libera l’Arte” che vedrà gli alunni impegnati attivamente nella creazione di disegni, poesie, canzoni di riflessioni sul tema. Dopo il debutto di “Emozioni”, lo spettacolo per bambini che ha come tema quello di riconoscere le emozioni, dargli un nome e lasciarle andare, nell’idea che la vita è fatta di momenti belli e brutti, la GKO Company è a lavoro su un ulteriore spettacolo-concerto sui cantautori italiani che debutterà a febbraio 2019.