Prima uno scontro durissimo tra Serafino Di Palma, pronto a mettere il dito in una piaga aperta di recente, e gli esponenti di Sezze Futura (il capogruppo Enzo Polidoro e il neo rientrato Senibaldo Roscioli), con al centro dell’attenzione la scelta del vicesindaco Di Prospero di restituire la delega all’Ambiente, poi un’altra serie di momenti di tensione politica ed amministrativa sui due restanti punti all’ordine del giorno, la questione dei ruoli della Polizia Locale e dell’affidamento all’Agenzia della Riscossione e, soprattutto, l’approvazione del Documento Unico di Programmazione 2019-2021. Due ore intense per il consiglio comunale di Sezze riunitosi mercoledì pomeriggio. Nel punto all’ordine del giorno relativo ai ruoli dei verbali per le contravvenzioni al Codice della Strada le minoranze, Martella soprattutto, hanno cercato di spiegare come quel tipo di incarichi potessero essere affidati alla Servizi Pubblici Locali Sezze spa. Ad intervenire per spiegare come in realtà la società partecipata del Comune non potesse occuparsene il Comandante della Polizia Locale, Lidano Caldarozzi, che ha spiegato come questa fosse l’unica strada percorribile. Decisamente più alti i toni per l’approvazione del Dup per il prossimo triennio, con le opposizioni a sottolineare da una parte come l’atto sia un semplice copia e incolla dei precedenti documenti di programmazione dell’ente, dall’altra come all’interno dello stesso ci fossero alcune inesattezze. Il sindaco Sergio Di Raimo, che ha relazionato chiedendo alla massima assise cittadina di votarlo favorevolmente, ha ringraziato gli esponenti delle minoranze per il pungolo e per i consigli che adesso sottoporrà all’attenzione degli uffici comunali per eventuali aggiustamenti e poi si è lasciato andare ad una frase, “Fateci lavorare, stiamo facendo davvero il possibile”, nella quale si è letta la consapevolezza di trovarsi in un momento complicato per gestire un ente pubblico, ma allo stesso tempo la volontà di cambiare rotta rispetto a quanto fatto finora. Una posizione che la minoranza a tratti ha condiviso, ma che poi nella dialettica politica si concretizza con tutta una serie di problemi che vive la città e sui quali i cittadini aspettano risposte.

Per vedere il video del Consiglio Comunale e la fotogallery andate QUI