Furto o atto vandalico o forse addirittura sabotaggio. Ignoti nei giorni scorsi si sono introdotti all’interno del Palazzetto dello Sport di Cisterna di Latina ed hanno tranciato, in più punti, i cavi elettrici sia aerei che nel locale che ospita il quadro elettrico generale determinando il mancato funzionamento dell’illuminazione interna ed esterna dell’edificio, nonché dell’impianto termico, idraulico e quindi anche del sistema di antincendio. Salta dunque l’atteso battesimo del Palazzetto dello Sport previsto per il prossimo 4 novembre con il debutto della Top Volley Latina contro il Modena in diretta Rai per la Lega Pallavolo Serie A. Ad annunciarlo in una conferenza stampa questa mattina è un amareggiato Sindaco di Cisterna di Latina, Mauro Carturan, dopo aver esposto alla Procura della Repubblica di Latina quanto accaduto. “Il danno che subisce la città è incalcolabile – afferma Carturan – e va molto oltre quello economico. E’ un atto non solo inqualificabile ma anche che lascia molti dubbi sulla motivazione. Infatti non sono stati riscontrati segni di effrazione e solo una parte, nemmeno consistente, dei cavi tranciati sono stati asportati. Quindi più che di un furto, si tratterebbe di un atto vandalico o forse più precisamente di un sabotaggio”. “Stiamo lavorando in una situazione di precarietà – prosegue – ma cercheremo di fare in modo di ripristinare il funzionamento dell’impianto così da poter ospitare le partite della Serie A di pallavolo già a partire dall’incontro casalingo della Top Volley Latina fissato per l’11 novembre”.