Il Comune di Sezze tenta la carta di alcuni importanti finanziamenti provinciali per la riqualificazione ambientale di alcune zone del territorio. L’ente nei giorni scorsi, tramite una delibera del neo responsabile del settore Servizi Lavori Pubblici ed Edilizia Privata, Vincenzo Borrelli, ha approvato lo schema di Avviso Pubblico, quello delle domande e le indicazioni sui contenuti dell’idea progettuale per la formulazione di manifestazioni di interesse volte alla partecipazione in partenariato del bando della Provincia di Latina per l’attuazione delle misure di riqualificazione contenute nel Piano di Riqualificazione Ambientale del progetto Rewetland nell’annualità 2017-2018, che mette a disposizione di chi sarà interessato un budget di 1,5 milioni di euro con l’obiettivo di ridurre i carichi inquinanti nei reflui di origine insediativa e industriale tramite la diminuzione del carico recapitato ai corpi idrici, in seguito all’applicazione di buone prassi di gestione delle acque e dei suoli nell’ambito delle attività residenziali, industriali, agricole e zootecniche, oltre al recupero ed al potenziamento della naturale capacità di auto depurazione dei corpi idrici (con sistemi di fitodepurazione, fasce tampone, zone umide artificiali), attraverso lo sviluppo di interventi mirati di fitodepurazione e rinaturalizzazione. Scopo dichiarato del progetto, inoltre, quello di recuperare e rinaturalizzare le sponde di canali all’interno di nuclei urbani e promuovere comportamenti virtuosi nella tutela delle acque da parte dei cittadini e delle imprese. Gli interessati dovranno presentare i loro progetti entro l’1 ottobre prossimo, specificando a quale sottocategoria intendono rivolgersi, con un finanziamento che arriva a 750mila euro per la prima, a 600mila per la seconda e a 150mila per la terza, quest’ultima con un contributo minimo di 5mila euro e un massimo di 150mila. Nella domanda gli interessati dovranno indicare sommariamente lo specifico problema ambientale affrontato ovvero l’azione di riferimento di cui l’intervento rappresenta un’attuazione, inerente alla qualità delle acque alla sua contaminazione di origine industriale, civile o agricola, o alle problematiche inerenti la biodiversità delle sponde o alla presenza di ambienti naturali in contesto urbano, oltre a descrivere brevemente l’idea progetto, specificando, nel caso delle opere, se esse saranno fruibili al pubblico e in che maniera. Il responsabile del procedimento sarà lo stesso Vincenzo Borrelli.