Ambiente e, soprattutto, sicurezza, a diversi livelli, con problemi differenti da zona a zona, ma con il fine comune di avere una voce in capitolo nei confronti degli amministratori locali, che sembrano inermi rispetto a problemi seri e circostanziati. Sono questi i motivi che sabato pomeriggio presso i locali del centro sociale “Ubaldo Calabresi” hanno spinto i responsabili di 4 comitati cittadini ad incontrarsi per parlare dei propri problemi e per rapportarsi con quelli degli altri quartieri di Sezze. Il comitato spontaneo per la sicurezza nel centro storico, quello della zona di Villa Petrara/Camposanto Vecchio, un esponente del comitato Crocemoschitto/Quattro Vie e uno dell’associazione Impronta Setina dello scalo si sono confrontati con la necessità di far sentire la propria voce nelle sedi opportune, dopo una serie di iniziative che singolarmente avevano preso nel corso di questi mesi. I due nodi centrali sui quali i rappresentanti dei comitati si sono concentrati sono stati quelli della sicurezza, come detto a diversi livelli, e quelli relativi alla situazione dal punto di vista igienico e ambientale. Tante le problematiche comuni ai diversi quartieri setini, tanto da spingere i responsabili dei comitati a cercare di costruire qualcosa insieme, sempre nel rispetto dell’identità geografica e del pensiero di tutti, ma che possa in qualche modo scuotere e portare alla luce problemi, con la speranza, nel principio che “l’unione fa la forza”, di trovare anche soluzioni praticabili. Un primo passo importante cui nei seguiranno sicuramente altri.