Si conclude in confusione e con un colpo di mano della maggioranza la prima vera riunione, dopo l’insediamento del mese scorso, del consiglio comunale di Bassiano. Nodo critico dell’assemblea, come prevedibile, il punto all’ordine del giorno sul l’approvazione del nuovo regolamento del consiglio comunale che, come sottolineato da Giuseppe Fonisto di Grande Bassiano, toglierebbe ai consiglieri proprio le prerogative imprescindibili del loro ruolo istituzionale e politico, con diverse limitazioni che lo stesso capogruppo di Grande Bassiano ha sottolineato presentando ben 287 emendamenti al testo che si accingeva a licenziare l’intero consiglio, 99 dei quali, secondo il presidente del consiglio Costantino Cacciotti, da non accogliere in quanto presentati in anticipo rispetto ai tempi stabiliti dal vecchio (2014) regolamento che disciplina i lavori dell’aula e dei suoi componenti. Ne è venuto fuori un muro contro muro che probabilmente ha rappresentato uno dei momenti più bassi della vita politica bassianese, con Fonisto da una parte a sollevare questioni circa la necessità di espletare le sue funzioni e spiegare singolarmente i motivi che lo avevano spinto a presentare 287 emendamenti, mentre a turno Cacciotti e Guidi dall’altra parte a cercare di ridurre i tempi di intervento dell’avvocato di Grande Bassiano, che ad inizio della seduta aveva anche fatto notare il ritardo nella consegna della notifica di convocazione dell’assise nei confronti del suo collega consigliere Marco Lorenzi (chiaramente assente alla seduta), il quale ha ricevuto la convocazione solo due giorni prima della riunione, rispetto al massimo di 5 giorni previsto dal regolamento. Forse proprio per questi motivi, e per evitare che la cosa degenerasse ulteriormente, lo stesso consiglio aveva deciso di posticipare la discussione sul punto del nuovo regolamento, mettendola in coda all’ordine del giorno. Una scelta che, se da una parte ha permesso di deliberare gli ulteriori 5 punti, tra i quali il riequilibrio di Bilancio, dall’altra parte ha fatto chiaramente capire che sul nuovo regolamento del consiglio la battaglia sarebbe stata aspra. E lo è stato per almeno un’ora, salvo poi la decisione di mettere a votazione tutti gli emendamenti presentati da Fonisto in un’unica soluzione. Chiaramente bocciati dalla maggioranza Guidi e da Ruggero Cacciotti, si è poi passati alla votazione del regolamento, che, come prevedibile, è stato votato favorevolmente da tutti i consiglieri tranne che dall’esponente di Grande Bassiano. Ma gli strascichi di questa riunione saranno probabilmente tanti e i cittadini forse si aspettano risposte più immediate a problemi conclamati, non questi muro contro muro (alcuni peraltro illegittimi) che non fanno l’interesse della comunità.

Potete vedere il video e la fotogallery QUI