Lo scorso luglio i carabinieri della locale tenenza, a conclusione di specifica attività investigativa, identificavano e deferivano in stato di libertà per i reati di “falsità ideologica ed uso di atto falso” una 27enne del luogo. La giovane in data 27 aprile 2017, si recava presso un Istituto di Credito locale, esibendo una carta d’identità denunciata smarrita e mai rinvenuta, un assegno a lei falsamente intestato di un altro Istituto di Credito  dell’importo di 1.174,02 euro emesso dalla società Enel in favore di altra persona.