Tempo di programmare la prossima Fiera di San Michele, storica manifestazione che nel 2018 si svolgerà dal 27 al 30 settembre e sulla quale l’ente ha deciso di puntare, soprattutto dopo le polemiche dello scorso anno. La giunta comunale ha quindi deciso di fissare gli indirizzi della prossima edizione che, pur mantenendo gli obiettivi di valorizzazione delle eccellenze produttive di Sermoneta, della provincia di Latina e della Regione Lazio, vetrina dell’artigianato locale e valorizzazione del comparto agricolo, dovrà ricalcare il tradizionale impianto organizzativo seppur arricchito nella forma e nei contenuti, segnando un nuovo corso rispetto alle precedenti edizioni, caratterizzandosi per l’azione di forte recupero del radicamento alla sua storia e alla economia del territorio, sulla traccia del suo stesso titolo: “Sermoneta – Fiera di San Michele 2018 – Una manifestazione radicata al territorio, alla sua storia … con lo sguardo al futuro”. Per l’evento che interesserà l’area del mercato domenicale di Piedimonte la giunta ha ritenuto, al fine di definire l’organizzazione e il programma definitivo, di coinvolgere la commissione consiliare competente e di creare un gruppo di lavoro tecnico-politico, con una divisione precisa dei compiti e del coordinamento funzionale.