I risultati delle recenti elezioni potrebbero mutare le dinamiche all’interno delle forze politiche che compongono il centrodestra setino, reduce da numeri entusiasmanti usciti dalle urne. E a fare la parte del leone nella ricostruzione di uno schieramento che in ambito nazionale e regionale ottiene sempre tanto, perdendo consensi quando si tratta di elezioni comunali, potrebbe essere Roberto Reginaldi, candidato sindaco a maggio 2017 ed attualmente segretario locale di Noi con Salvini, che dalle stesse urne setine ha ottenuto un ottimo risultato, come spiega lo stesso Reginaldi: “Bene al Senato, molto bene alla Camera dei Deputati, ma il risultato che mi entusiasma molto è quello delle regionali, con un numero di elettori che intendo mantenere e far crescere. Sezze – spiega Reginaldi – sembra risvegliarsi da un antico torpore, l’emorragia dei voti del Pd lascia sperare ad una composizione di una nuova governance del centrodestra. Ovviamente ci sarà da lavorare, e molto anche, non sarà facile ma neanche impossibile, il mio obiettivo è quello di aprire un tavolo con tutte le menti per stilare un serio programma alla soluzione dei problemi già esistenti, senza inventarsi nulla di fantascientifico, progetti irrealizzabili. Il cittadino – prosegue ancora il segretario locale di NcS – è stanco di promesse e progetti proiettati al futuro, vuole risposte immediate a problemi che persistono da anni e che nessuna giunta fino ad oggi ha risolto. La loro stanchezza la si legge in queste votazioni, sono pronti a cambiare, a porre fiducia ad un’alternativa, che non siamo solo noi, basta vedere il risultato del M5S, quindi sta proprio a noi, addetti al cantiere, a dare il segnale di essere i più idonei e degni di questa loro fiducia”. Reginaldi (l’unico nel centrodestra a portare un simbolo, rispetto a Martella che ha deciso di dare alla sua coalizione una connotazione civica) non lo dice esplicitamente, ma l’appello alle forze politiche pronte ad un confronto costruttivo e soprattutto produttivo per la cittadinanza setina, senza presunzioni o prevaricazioni, ma solo l’interesse della comunità, fa capire che è pronto a prendere le redini di una futura coalizione, che cercherà di confermare questi risultati anche in ambito locale.

????????????????????????????????????