In occasione della celebrazione di “Ognissanti”, il Cisternone romano di Formia, diventerà la suggestiva cornice per alcuni classici della poesia napoletana di Totò e di Eduardo de Filippo, tra le quali ‘A livella’, ‘je vulesse truvà pace’. L’evento si terrà il giorno 1 novembre dalle 17 alle 20.30 con ripetizioni ogni 30 min. Per dare spazio alla manifestazione, nel pomeriggio saranno sospese le visite guidate tradizionali, effettuate al mattino dalle 10.30 alle 12.30. Alle ore 16 un archeologo di Sinus Formianus accompagnerà i visitatori tra i suggestivi vicoli del Borgo alla scoperta della storia di Castellone. Quest’iniziativa realizzata dalla RTA Sinus Formianus, in collaborazione con Martina Carpino e Hugo Fonti della Compagnia Teatrale “Gli Scapigliati”, rientra tra quelle predisposte dal Raggruppamento Temporaneo di Associazioni per la valorizzazione dei siti archeologici di Formia. A breve sul sito sarà disponibile il programma completo delle numerose attività e iniziative, destinate sia agli adulti che ai bambini, previste per il periodo natalizio.