Nell’ambito dei servizi predisposti per il contrasto ai reati predatori nella provincia di Latina, i militari del reparto territoriale Carabinieri di Aprilia hanno notificato nella mattinata di ieri, presso la casa circondariale di Velletri l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Latina a carico del rapinatore seriale M.R., classe 1979 ritenuto responsabile della rapina ai danni del negozio “Conbipel” di Aprilia consumata il 13 aprile 2017, che fruttò 700 euro circa. L’uomo si trovava già in carcere poiché tratto in arresto il 24 aprile 2017 in quanto accusato di rapina ai danni del negozio “Conbipel” di aprilia, consumata il 3 ottobre 2016, che fruttò 7.000 euro circa; rapina ai danni dello stesso negozio consumata il 7 novembre 2016, che fruttò 11.000 euro circa; di quella consumata il 5 gennaio 2017, che fruttò 8.000 euro circa e della tentata rapina dell’11 febbraio 2017 e rapina del 17 febbraio 2017 ai danni dell’Asl di Ardea, che fruttarono 400 euro circa. Il quadro indiziario a carico dell’uomo è il frutto di una complessa attività di indagine posta in essere da varie articolazioni del reparto territoriale Carabinieri di Aprilia. L’importante risultato è stato raggiunto grazie ad un’attenta attività di analisi non solo dei singoli eventi, ma anche del profilo del malvivente, già noto alle forze dell’ordine. Il modus operandi, l’imprevedibilità e la pericolosità dell’uomo (che agiva sempre con volto travisato ed armato di pistola) hanno reso necessari numerosi appostamenti e pedinamenti anche notturni finalizzati non solo alla cristallizzazione di schiaccianti elementi probatori, ma anche alla localizzazione del covo del rapinatore. L’arrestato rimane ristretto presso la casa circondariale di Velletri.