Interessante iniziativa dei responsabili del Centro Diurno “Carla Tamantini” di Sezze, che hanno deciso di raccogliere le proprie forze per realizzare tre appuntamenti finalizzati ad uno più grande, e altrettanto nobile, di agricoltura sociale da svolgersi nei mesi di giugno e luglio, quando il centro che raccoglie 25 ragazzi diversamente abili è chiuso per la pausa estiva. A spiegare nei dettagli il trittico di manifestazioni che permetteranno anche di raccogliere fondi per realizzare il progetto di orti sociali il responsabile della struttura Alessandro Grossi: “La prima iniziativa si svolgerà il 26 marzo al Costa con la messa in scena dello spettacolo in dialetto setino “I peccato d’esse beglio”, scritto dagli operatori ed interpretato dagli stessi e dai ragazzi del centro diurno. Siamo davvero soddisfatti perché per la prima volta entriamo ufficialmente nella rassegna teatrale del Comune e la compagnia che si è creata, chiamata “I giullari”, metterà in scena un’opera molto divertente introdotto da un momento chiamato “Includere la diversità”. Poi 32 attori daranno vita allo spettacolo, con arredi scenici realizzati dall’associazione dei familiari del centro”. La seconda iniziativa, invece, sarà realizzata nel mese di maggio di concerto con l’Istituto Comprensivo “Pacifici e De Magistris”. La terza, infine, riguarderà lo sport e sarà realizzata allo stadio comunale di concerto con le associazioni sportive locali. Una serie di iniziative che cercano di spingere il centro diurno, attivo dal 2009, su un campo diverso dal semplice assistenzialismo, con la partecipazione attiva dei ragazzi e delle loro famiglie. Poi l’agricoltura sociale, che sarà realizzata nella ex Colonia Agricola.