Il Comune di Santi Cosma e Damiano punta allo sviluppo rurale e alla crescita del settore agricolo e agroalimentare e lo fa attraverso il Psr, programma di sviluppo rurale. Argomento affrontato venerdì scorso nell’aula consiliare del Palazzo comunale del piccolo centro pontino alla presenza del consigliere comunale con delega all’Ambiente, Cassetta Carmela; del direttore provinciale della Cna, Antonello Testa, del referente provinciale per la progettazione di fondi strutturali e formazione, Luca Targa. Tanti gli operatori del settore che hanno voluto prendere parte all’incontro. L’aula consiliare era, infatti, gremita di agricoltori produttori tecnici e di iscritti al corso di apicoltura #alveare con l’associazione l’Airone e Mamma Margherita. Ognuno con un interesse personale, ma tutti accomunati da un unico scopo comune: lo sviluppo sostenibile del territorio. Si è trattato di una prima riunione del settore, ma l’idea alla quale gli organizzatori intendono dare concretezza è l’apertura di uno sportello destinato specificatamente all’agricoltura. Un progetto che potrebbe prendere forma grazie a fondi europei destinati dalla regione Lazio agli operatori agricoli, si tratta di circa 70.000 euro a fondo perduto.