“Sono davvero soddisfatto per come siamo riusciti a lavorare in questo periodo e posso dire che da oggi inizia una nuova fase per il Partito Democratico in provincia di Latina”. Sono queste le prime dichiarazioni di Salvatore La Penna, 33enne esponente del Pd, neo segretario provinciale. Una vittoria apparentemente facile quella di La Penna, che ha raccolto 2.439 preferenze (pari al 60,85%) precedendo Alessandro Di Tommaso (1.374 preferenze pari al 34,28%) e Bruno Fiore (197 preferenze pari al 4,91%). Una nuova fase per il partito reduce da alcune faide interne che ne hanno minato la credibilità e le strutture. E’ lo stesso La Penna a confermarlo: “Veniamo da un periodo complicato in cui siamo stati chiamati a superare molti steccati. Ma sono convinto che il partito sia riuscito a superare questi disagi interni e che adesso ci sia la possibilità di liberare molte energie. Auspico – prosegue il neo segretario provinciale – una discussione più aperta, serena e libera. Nel nostro partito ci sono ottimo amministratori, alcuni davvero giovani. Io spero che sotto la mia guida si continui a crescere e si possa creare una nuova generazione. Noi – conclude Salvatore La Penna – restiamo un partito aperto, pronto ad ascoltare chiunque parli la nostra lingua”. Per quanto riguarda il Partito Democratico a Sezze, di cui La Penna era segretario, è lo stesso a spiegare: “Presenterò le mie dimissioni in settimana e credo che si deciderà di realizzare un direttivo prima della nomina del nuovo segretario comunale, che dovrebbe avvenire tra gennaio e febbraio, dopo le Primarie nazionali”. E proprio sull’importante appuntamento dell’8 dicembre per il futuro del Partito Democratico si sofferma, in ultima analisi, Salvatore La Penna: “Io sono per il rinnovamento. Ora ci saranno una serie di riunioni e si deciderà democraticamente chi sostenere per le Primarie di dicembre”.

Simone Di Giulio

lapenna