Nessuna moto in pista nella prima sessione di prove libere del Gran Premio di Motegi in Giappone. Pioggia e nebbia hanno fatto rimanere le moto di tutte le classi nei rispettivi box e le previsioni non promettono nulla di buono nemmeno per le qualifiche e per la gara. Il problema che ha bloccato le operazioni in pista riguarda l’impossibilità degli elicotteri di atterrare o partire. L’eliambulanza è necessaria in tutte le prove e gare del mondiale, ma a Motegi è fondamentale. Il primo ospedale attrezzato a ricevere i piloti eventualmente infortunati si trova a 20 minuti di volo dal circuito, vicino Tokyo a 2 ore di macchina. Le condizioni meteo, che sono sempre rimaste invariate nella giornata di venerdì, potrebbero comunque peggiorare domani, per l’arrivo della coda del tifone Francisco, che dovrebbe presentarsi proprio sabato nella zona del circuito. La Dorna, società organizzatrice del mondiale, per il momento non ha presentato un nuovo programma della giornata di sabato, che dovrebbe svolgersi come da programma, con due turni di prove libere per la MotoGP e uno per Moto2 3 Moto3, con a seguire le prove ufficiali delle tre categorie. Nella mattinata si è atteso invano per il miglioramento, poi con il passare delle ore il meteo non ha accennato a cambiare, dunque la decisione finale degli organizzatori arrivata alle 15 ora locale.