A poche ore dall’arresto dell’assassino di Alessia Calvani, la ragazza investita e uccisa un anno fa a Latina Scalo, il vice presidente dell’Associazione Europea Vittime della Strada, Giovanni Delle Cave ha lanciato forte il suo j’accuse contro il sistema giudiziario italiano: “Ancora una volta ci troviamo a commentare l’ennesima beffa giudiziaria di fronte all’ennesimo assassinio sulle strada,il pirata che investì il 2 settembre di un anno fa la piccola Alessia Calvani dandosi subito alla fuga a Latina Scalo, non ha subito nessun provvedimento restrittivo grazie ad un sistema legislativo che continua a non difendere il bene supremo della vita. Questa Associazione sempre al fianco delle vittime della strada chiede con forza un cambiamento legislativo estremo contro questa strage continua, non possiamo continuare ad assistere inermi.
Adesso basta, in qualità di presidente regionale del Lazio, annunciamo che nei prossimi giorni manifesteremo davanti al Tribunale di Latina per chiedere giustizia e l’applicazione di pene congrue rispetto alla gravità del fatto”.